Chieti Tempo Libero
Chieti Tempo Libero 

Il Carnevale Tradizionale Teatino

 

Le tradizioni antiche per celebrare il Carnevale, nel tempo svuotato della sua importanza a favore di modelli consumistici.

Il significato che si vuole trasmettere è quello di richiamare gli antichi riti del passato.

Con il Carnevale si abbandona l'inverno, rappresentato nel bruciare il fantoccio del Re - Carnevale e ci si prepara all'arrivo della Primavera.

Il rito antico ha , quindi, una valenza propiziatoria della ripresa vegetale dopo la stasi invernale. Nel Carnevale Tradizionale i personaggi più rappresentativi sono i Pulcinella, con il caratteristico ed enorme copricapo conico ornato di nastri e zagarelle coloratissime e pon pon di lana.

Non ci sono le caratteristiche maschere che fanno parte di un mondo consumistico.

La sfilata, che inizia da Piazza Trento e Trieste, e' aperta da un trattore che trascina un rimorchio con sopra il fantoccio di Re Carnevale.

Seguono gruppi di musicisti di du' botte, fisarmonica e chitarra, quindi i Pulcinella, protagonisti della farsa e le coppie che indossano l'abito tradizionale e che cantano e danzano.

Nel Centro Storico c'è la sosta con balli e canti.

Si eseguono il  "Ballo del palo intrecciato", del "Canto dei mesi", della Quadriglia, della Mazurca Scambiata, Fiorata ed altre danze Tradizionali.

Il corteo riparte percorrendo corso Marrucino, Piazza Valignani, Via C. De Lollis per giungere a Piazza Malta.Qui si svolge la rappresentazione della farsa, con il processo, la condanna, la morte di Re-Carnevale perché persona indiscussa della gioia sfrenata.

Il manifesto funebre annuncia che e' morto dopo aver fatto una lunga ed esagerata scorpacciata di salsicce, salamini, prosciutto, pecorino e la moglie, i figli ed i parenti gioiosamente lo ricordano con il Canto di Carnevale e dello "Scurammaie".

La festa si conclude con il falò di Re Carnevale". Le ceneri del falò vengono raccolte e sparse sul terreno come fertilizzante.

Dopo il falo' a tutti i partecipanti e' offerto " Lu Cumplimente", dolci tradizionali di carnevale e vino speziato. 

 

Vivi il tuo Natale a Chieti

 

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
©Benvenuti a Chieti, come, quando, dove............ per vivere al meglio la città